Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

PRIMA EDIZIONE ITALIAN & SWISS JAZZ FESTIVAL BASILEA

Data:

31/05/2021


PRIMA EDIZIONE ITALIAN & SWISS JAZZ FESTIVAL BASILEA

Nato dalla collaborazione del Consolato d’Italia in Basilea e del Comites di Basilea, con il patrocinio dell’Ambasciata d’Italia in Svizzera e il finanziamento del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione internazionale della Repubblica italiana, si è svolta a Basilea, dal 10 al 16 maggio 2021, la prima edizione dell’Italian&Swiss Jazz Festival.

Un progetto ambizioso che ha riunito sei giovani musicisti italiani provenienti dall’Italia e dalla Svizzera insieme a maestri e professionisti italiani della scena jazzistica internazionale. Una settimana di formazione professionale e scambio musicale di alto profilo offerta ai giovani musicisti grazie alla presenza di docenti e musicisti professionisti che hanno tenuto workshop e masterclass; una possibilità concreta di crescita professionale per i giovani italiani coinvolti che, nel quadro della promozione della cultura italiana e del Sistema Paese all’estero, hanno avuto l’occasione di partecipare ad una manifestazione di profilo internazionale e di conseguente crescita dell’integrazione professionale nel tessuto lavorativo in cui operano, tanto per i giovani provenienti dall’Italia quanto per i connazionali residenti in Svizzera; una manifestazione che, come previsto ha segnato in Svizzera e nello specifico nella circoscrizione consolare di Basilea, tanto la ripresa dei grandi eventi culturali italiani e delle produzioni artistico-musicali nostrane all’estero, dopo il periodo di interruzione causato dall’emergenza COVID-19, quanto il rilancio delle stesse sulla scena internazionale.

Un contributo importante, l’Italian&Swiss Jazz Festival, di ampliamento dell’offerta di contenuti artistico-culturali italiani promossi all’estero, attraverso il MAECI e la sua Rete, che ha visto la realizzazione di una residenza artistica, un gran concerto live con presenza di pubblico (limitato in base alle vigenti misure anti-contagio da COVID previste in territorio elvetico) e la registrazione video dello stesso, in alta qualità e con ripresa multicamera, reso fruibile a tutti mediante canali digitali predisposti dal Consolato d’Italia in Basilea e dal COMITES di Basilea; la produzione di un album discografico inedito su composizioni originali nella disciplina musicale del jazz.

La prima edizione dell’Italian&Swiss Jazz Festival, per le caratteristiche, ha rappresentato e rappresenterà un efficace rilancio internazionale dell’offerta musicale italiana nel mondo, così come della proposta culturale nostrana tout court sul palcoscenico mondiale.

Un progetto che, ispirandosi alla grande tradizione italiana nella disciplina musicale del jazz, con importanti professionisti della stessa riconosciuti a livello internazionale, ha saputo e saprà promuovere la cultura italiana nel mondo e la ripresa del comparto artistico-culturale italiano per un rilancio importante del Sistema Italia all’estero puntando e valorizzandone le eccellenze e i talenti giovanili.

Italian&Swiss Jazz Festival 2021, obiettivi e finalità raggiunte:

  • L’Italian&Swiss Jazz Festival ha riunito a Basilea sei giovani musicisti italiani in formazione, provenienti dall’Italia e dalla Svizzera, in un ambiente di scambio internazionale tra e accrescimento formativo-professionale, valorizzando i giovani talenti interpreti e musicisti, tanto in Italia che all’estero a confronto con la disciplina musicale del jazz. Affiancati da docenti e musicisti professionisti del calibro internazionale quali Adriano Bassanini, Attilio Berni, Claudio Chiara, Fulvio Chiara, Bernardino Fantini, Andrea Ravizza, i giovani musicisti hanno seguito quotidianamente workshop e masterclass tenuti dai suddetti professionisti e riguardanti le seguenti discipline: analisi armonica e composizione musicale, origini e storia culturale dell’improvvisazione jazzistica, business della musica e competenze individuali, studio e registrazione di temi musicali, organizzazione e promozione della musica nei festival jazz italiani e internazionali.

  • La Circoscrizione Consolare di Basilea e nello specifico la città di Basilea, rappresentano un punto di riferimento per la scena jazzista mondiale, riconosciuto a livello internazionale. Sede già di importanti Festival di musica jazz, così come di riconosciuti Istituti musicali in cui molti giovani connazionali si formano, Basilea ha rappresentato un’eccellente cornice per ospitare una manifestazione musicale capace di far conoscere e rendere fruibile al pubblico jazzista svizzero e internazionale l’offerta e la maestria musicale italiana del genere. La collaborazione con il Jazz Campus di Basilea, mèta ambita per la scena jazzistica internazionale tanto per l’esecuzione di importanti concerti quanto per la registrazione di album internazionali, ha rappresentato il luogo per eccellenza, tanto per la produzione dell’album inedito su composizioni originali, quanto per l’esecuzione live del concerto e per la registrazione dello stesso, un luogo consono, dunque, per la promozione internazionale dell’intero progetto.

  • L’Ensemble di sei giovani musicisti italiani, formatosi durante la residenza artistica dell’Italian&Swiss Jazz Festival di Basilea, sotto la Direzione Artistica di Ugo Viola, Direttore Artistico del pluriventennale Moncalieri Jazz Festival, ha registrato e prodotto un album inedito di alta qualità su composizioni originali del Maestro Andrea Ravizza. Dal titolo “Nove Giorni”, l’album contiene nove brani di ispirazione della grande tradizionale musicale italiana e svizzera della disciplina jazz e vede la partecipazione straordinaria, insieme ai sei giovani protagonisti dell’edizione 2021, degli special guest di questa prima edizione: musicisti di fama internazionale che hanno accompagnato e concesso la liberatoria per la registrazione di temi e “assoli” per l’album. Insieme alla registrazione dell’album inedito, a conclusione della settimana di studio, formazione e scambio musicale, i giovani musicisti si sono esibiti dal vivo in un gran concerto finale, nella sala teatro del Jazz Campus di Basilea, che ha riprodotto l’esecuzione musicale inedita dell’intero programma musicale. L’esecuzione live è stata registrata su supporto video di alta qualità, con ripresa multicamera e resa fruibile in diretta video-streaming sui canali digitali del Consolato d’Italia in Basilea e del Comites di Basilea (collegandosi alla pagina facebook ufficiale del Festival, del Consolato d’Italia a Basilea, alla pagina YouTube del Consolato, del Comites di Basilea e del GIR, grazie alle dirette condotte dal media-partner dell’evento Radio OneFive) oltre che sui canali dedicati e curati del festival. L’album inedito ha giovato della produzione, editing, mix e masterizzazione dell’ingegnere del suono italiano Carlo Miori che vanta diverse collaborazioni con autori e interpreti della musica italiana di fama internazionale e dell’assistenza durante la registrazione di operatori e tecnici del Jazz Campus di Basilea. L’album inedito e su composizioni originali insieme al video che riproduce l’esecuzione live del programma musicale saranno riprodotti e veicolati attraverso una card usb di alta qualità in 500 copie nella veste di un cadeau che sarà diffuso a tutta la rete diplomatico-consolare svizzera, dei Comites del mondo e del CGIE. I diritti di utilizzo e diffusione dell’album e del video prodotto, senza limite territoriale e temporale, insieme alla concessione della totale liberatoria per le attività di promozione, comunicazione ed archivio dei materiali presentati, sono concessi alla rete diplomatico-consolare del Ministero, al COMITES di Basilea e al CGIE. Fra i diversi contenuti prodotti durante tutto il periodo precedete, successivo e del festival stesso: video e radio interviste, dirette dai workshop, dagli studi dei brani, dalla stessa fase di registrazione dell’album inedito. Comunicati stampa e interviste ai protagonisti veicolati dalla stampa nel numero di 22 testate internazionali, nazionali e locali coinvolte e 33 lanci dal 30 aprile al 18 maggio 2021. La manifestazione si è avvalsa anche della collaborazione del musicista jazz professionista e pittore Alfredo Laviano che ha esposto negli spazi del Jazz Campus di Basilea durante i giorni del festival la mostra “Musica Visiva” con una serie di opere pittoriche dedicate al panorama Jazz internazionale insieme ad opere inedite e di prima esposizione al nostro festival. Una mostra virtuale è stata anche prodotta e veicolato liberamente attraverso i canali digitali summenzionati.

  • L’obiettivo del Ministero di promuovere il jazz italiano all’estero attraverso la creazione di una rete di residenze per giovani musicisti presso le Ambasciate, i Consolati e gli Istituti di Cultura nel mondo, ha consentito alla scrivente sede di immaginare tutti i servizi collegati all’organizzazione dell’evento “ITALIAN & SWISS JAZZ FESTIVAL ed.2021” - manifestazione artistica inserita nell’ambito delle iniziative di promozione integrata e del rilancio del sistema paese attraverso la rete diplomatico-consolare, con il patrocinio dell’Ambasciata di Berna e organizzata in collaborazione con il COMITES (Comitato Italiani all’estero) di Basilea, con il coinvolgimento della Società “Dante Alighieri” di Ginevra presso il Jazz Campus - Università di Basilea – come un unicum.

  • La conclusione del progetto per il 2021 prevede, sotto la responsabilità dei soggetti promotori coinvolti, l’organizzazione di iniziative ed eventi promossi dalla Rete diplomatico-consolare e dai COMITES, nel pieno rispetto delle misure anti-COVID vigenti e che sappiano nel contempo avvalersi sia di esecuzioni dal vivo che di dirette video-streaming fruibili sui canali digitali, di promozione culturale che vedano protagonisti l’Italian&Swiss Jazz Ensemble per una diffusione su scala svizzera, ma anche internazionale dell’album inedito prodotto in questa prima edizione.

Il festival per la rete italiana in Svizzera ha segnato la ripresa dei grandi eventi culturali italiani nel mondo e in particolare ha rappresentato un contributo inedito tanto di promozione della musica italiana oltre confine quanto di rilancio internazionale del Sistema Italia e del comporto della cultura e dello spettacolo particolarmente segnati dalle misure globali di contenimento del contagio da COVID-19.

L’iniziativa ha, altresì, raggiunto le finalità di produzione e diffusione di prodotti culturali inediti da offrire ad un pubblico internazionale, insieme alla formazione e alla circolazione di giovani talenti italiani nel mondo.

 


561